Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie

Il portale di Scienza in rete dedica un articolo alla esperienza teatrale di Scienza under 18 citando il contributo di Marcello Sala sulle valenze della esperienza condotta negli ultimi anni dalle scuole di Su18.

Ecco un passaggio dell'articolo... (per leggere tutto l'articolo clicca qui... )

 

Il teatro nel contesto dell’insegnamento scientifico non torna utile però solo in scena. Il progetto Scienza Under 18 non è infatti solo rappresentazione teatrale di storie e personaggi della scienza, ma anche exhibit, ovvero mostre-laboratorio messe in scena direttamente dai ragazzi per suscitare le domande del pubblico e la ricerca di risposte attraverso un’interazione e, dove possibile, una manipolazione diretta, simposi, giornalismo scientifico, e prodotti multimediali dove l’esperienza teatrale torna utile ed è anzi punto di partenza e motore per tutto il resto.  Si veda ad esempio, il progetto Performing Galileo, l’ultimo realizzato da SU18 in collaborazione con il Politecnico di Milano e il sostegno della Fondazione Tronchetti-Provera/ il Piccolo Teatro di Milano, che nasce con l’idea di smontare e rimontare il testo di Brecht, ma di farlo fare ai ragazzi permettendogli di usare il linguaggio a loro più consueto, cioè qualunque mezzo di descrizione che utilizzi gli strumenti della cultura giovanile, video, foto, chat, file audio, testi, wiki, pagine web, iPod, materiali recuperati da YouTube o Google. In che modo lo spiega meglio Alberto Colorni, Presidente del Centro METID del Politecnico di Milano in un video presente su YouTube.