Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie

Caffè scienza

Caffè Scienza

Un esperto di scienza comunica con un pubbllico di non esperti, ma non c’è il relatore sul palco e il pubblico schierato in sala come nella classica conferenza: siamo in un Caffè, dove le persone ascoltano mentre bevono e mangiano qualcosa sedute ai tavolini.


Questa è l’idea del Caffè scienza: una comunicazione da esperti a non esperti in un contesto meno accademico e più informale che favorisca l’interazione comunicativa.


In corenza con lo spirito di Scienza under 18 gli studenti hanno ruoli attivi nella preparazione, organizzazione e gestione del Caffè scienza: innanzitutto mettono a fuoco le domande cui interessa trovare risposta a partire da una propria ricerca, da una propria attività di laboratorio e di studio; poi possono cercare l’esperto scegliendolo in base alle proprie esigenze e alle sue competenze, contattarlo e definire insieme a lui il canovaccio dell’incontro; possono trovare il luogo adatto, organizzare il setting tenendo insieme le esigenze della comunicazione – che deve essere allo stesso tempo significativa e comprensibile – con quelle del contesto socializzante; possono occuparsi della promozione presso un pubblico esterno, realizzando e diffondendo messaggi attraverso vari media; possono curare la ‘regia’ dell’incontro e assumere ruoli specifici come quelli di conduttore, tecnici dei media, addetti all’accoglienza, assistenti di sala ecc. e soprattutto di soggetti attivi di una interlocuzione con l’esperto a beneficio della conoscenza di tutti i presenti.

fotografie scattate durante il caffèscienza tenuto al Liceo Tosi di Busto Arsizio